Forex Trading Online: tutte le truffe dei Broker su internet

Forex trading online, attenzione alle truffe dei broker
Non tutti sanno che ci sono molte truffe sul Forex e sul Trading Online, le piattaforme di investimento di Broker online sono soggette ad essere loro delle vere e proprie truffe.

Ovviamente non stiamo parlando delle piattaforme per Trading Online e Forex trading più conosciute ed affidabili, ma di altre piattaforme che spuntano come funghi e che difficilmente si riesce a stargli dietro.

Andando su internet, ci sono decine di pubblicità che ci spingono ad investire sulle varie piattaforme , che ci dicono che diventeremo ricchi se investiamo sulle commodities quali oro, materie prime e tante di queste pubblicità si trovano anche su Facebook, come ci fanno sapere quelli di Finanza Economia Italia

Forex Trading Online e le truffe dei Broker su internet


Se questo è un bene per il mercato del Trading Online, in mezzo a tutte queste proposte ce ne sono che sono delle vere e proprie truffe a cui bisogna stare veramente attenti.

Dove fare investimenti sicuri e redditizi nel 2018

Dove fare investimenti sicuri oggi, è una domanda che quasi tutti i risparmiatori si pongono, perchè in un periodo di forte crisi come quello attuale nessun investimento sembra essere più veramente sicuro ed in parte questa è anche la verità, perchè è diventata quasi una responsabilità per lo stesso risparmiatore trovare un investimento sicuro.

Investimenti sicuri ma non troppo in banca

Anni addietro depositare i propri risparmi in banca era sinonimo di assoluta affidabilità; i soldi erano al sicuro ed in più ci si guadagnava discretamente con gli interessi, ma adesso i tempi sono cambiati e la banca è diventato un posto sicuro dove investire, ma non possiamo certo dire che la banca è il miglior posto dove fare degli investimenti sicuri e spieghiamo il perchè.

Fino a qualche decennio fa tutti i soldi che un investitore dava in carico alla banca erano assicurati al 100% dallo Stato, mentre oggi in caso di difficoltà della banca, cosa che capita sempre più spesso, all'investitore sarà riconosciuta solo la somma di 100.000 euro, mentre tutte quelle superiori a questa cifra può essere a forte rischio prelievo forzoso e quindi si possono vedere svanire i sacrifici di una vita in pochissimo tempo. Questa è una legge entrata in vigore il 1° gennaio del 2016 e mette a repentaglio la sicurezza degli investimenti verso le banche, anche se si sta cercando di mettere rimedio con il Decreto Salva Banche che però ancora non ha dato certezze ai tanti risparmiatori. Quindi investimenti sicuri in banca oggi non sono in realtà tali.

Buoni Fruttiferi Postali 2017, conviene investire?

Conviene investire in Buoni Fruttiferi Postali nel  2017? Investire i propri risparmi nei Buoni Postali, è un'idea che può arrivare dopo aver visto la campagna pubblicitaria condotta da Poste Italiane e tesa a riportare l'attenzione su questo strumento finanziario, sicuramente si tratta di un investimento sicuro.
Va infatti considerato il particolare momento economico e un quadro nel quale sono diventati sempre più rari i modi per poter mettere a frutto con buoni rendimenti i risparmi in un mondo occidentale caratterizzato da bassi tassi di interesse, come forse non era mai successo prima.
Proprio il quadro d'insieme spinge di conseguenza molte persone a chiedersi se i buoni fruttiferi emessi da Poste Italiane possano rappresentare una reale alternativa ai bond emessi a livello statale e alle azioni.
Nel primo caso, le politiche varate dalla Banca Centrale Europea guidata da Mario Draghi hanno comportato un vero e proprio crollo dei rendimenti offerti dai bond sovrani, mentre nel caso delle azioni sono gli stessi risparmiatori a diffidare di uno strumento comunque rischioso per la sua affidabilità.
Da quanto detto, ne discende che se da un lato è sempre meno produttivo immobilizzare i propri soldi su un conto bancario, a causa di rendimenti inadeguati e spese di gestione elevate, dall'altro i risparmiatori sono alla ricerca di strumenti finanziari non rischiosi.
La ricerca è però resa complicata dal difficile momento vissuto dai mercati finanziari.
Dopo la crisi dei mutui subprime, i timori per nuovi crolli dei mercati azionari sono ancora molto forti, spingendo molti risparmiatori a scrutare ansiosamente l'orizzonte.
In un contesto di questo genere, si può dunque capire il rinnovato interesse verso i Buoni Fruttiferi Postali.

 Cosa sono i Buoni Fruttiferi Postali 

 I Buoni Fruttiferi Postali, noti anche con l'acronimo di Bfp, sono ormai da molto tempo uno strumento estremamente utilizzato dai risparmiatori del Belpaese. Per capire il loro successo basta in effetti ricordare come gli italiani abbiano investito oltre 200 miliardi di euro in Bfp.
Essi rappresentano un titolo che consente al sottoscrittore di vedersi garantito al termine del periodo previsto non soltanto il capitale versato, ma anche degli interessi che sono stati prefissati proprio in base alla durata dell'investimento.
A collocarli sul mercato è Poste Italiane, tramite la sua rete di distribuzione.

I Migliori Broker in Italia nel 2017, classifica

I migliori broker? Il primo requisito che si chiede ad un Broker è quello dell'affidabilità, non si può pensare di fare Forex Trading e dopo aver faticato l'anima, non prendere i soldi che si è guadagnato.

Ogni giorno, navigando per internet troviamo decine di offerte di Migliori Broker che ci dicono quanto le loro piattaforme per fare Forex siano le migliori, le più affidabili, le più prestigiose, quelle con cui possiamo guadagnare soldi standocene tranquillamente seduti a casa a sorseggiare la Nostra birra fredda.
Helicopter Money
Ovviamente non è così semplice, oltre ad avere delle solidi basi di economia ed andamento dei mercati, bisogna trovare un Broker affidabile, una piattaforma per Forex completa di tutte le informazioni, facilmente leggibile ed usabile.
Nella valutazione di una piattaforma Forex Broker, è anche importante vedere quanto costa l'iscrizione ( meglio se niente) il deposito ( meglio se non richiesto) e sopratutto ( questo per i principianti) se c'è un profilo per principianti, cioè un profilo virtuale, dove la compravendita è - appunto - solo fatta con soldi virtuali.

In questo modo, potremo farci ' le ossa ' e si potranno commettere errori senza la paura di dover perdere soldi veri.
In questo particolare campo, nel Forex cioè è proprio l'esperienza  insieme alla conoscenza dell'andamento dei mercati quel fattore in più per decretare il successo dal fallimento.

Forex Trading cos'è e come si guadagna

Forex Trading: ecco cosa è e come si possono guadagnare facilmente soldi Gli italiani che vogliono effettuare un investimento hanno sicuramente letto o sentito parlare del Forex trading. Sul web si trovano pubblicità molto “aggressive” che propongono facili guadagni. Si tratta di messaggi chiaramente fuorvianti. Il Forex trading non è una slot machine. Esattamente è il mercato delle valute da cui è possibile guadagnare con lo scambio di monete. Usiamo il condizionale dal momento che si tratta di un'attività rischiosa. Si può guadagnare come si possono perdere delle somme di denaro. I mercati sono volatili per loro natura e si caratterizzano per l'imprevedibilità. Chi è più bravo, conosce e sa leggere i segnali, chi ha anche un po' di fortuna, riesce a trarre dei profitti ma non si arricchisce. E' un normale lavoro, un'attività a tutti gli effetti a cui dedicare tempo.

Forex trading: cos’è

Il Forex è per l'esattezza il Foreign exchange market, abbreviato FX, è un mercato finanziario globale dove vengono scambiati ogni giorno miliardi di dollari. Il mercato del Forex negli anni è diventato più “democratico”. La diffusione del web ha rotto il monopolio dei grandi trader e istituti bancari, consentendo di comprare e vendere valute anche ai piccoli investitori che si avvalgono dell'intermediazione on-line dei broker.

IQ OPTION opinioni, recensione del Broker di Opzioni Binarie più famoso

IQ Option opinioni e recensione. Il trading online, contrariamente a quanto ipotizzato dalle invitanti comunicazioni che periodicamente arrivano nella nostra casella di posta elettronica, è un'attività seria e tale da richiedere preparazione e grande attenzione oggi conosceremo IQ Option. Si tratta infatti di investire sui mercati finanziari che, come noto agli addetti ai lavori e ai trader, sono per definizione volatili, ovvero comportano rischi più o meno rilevanti per gli investitori, anche i più avveduti.

Proprio per questo motivo, occorre mettere in campo una serie di passi tesi a ridurre in maniera esponenziale i potenziali pericoli. Il primo step, in assoluto, quello che deve precedere tutti gli altri passi, è la scelta del broker adeguato, ovvero della piattaforma online in grado di assicurare non solo servizi di livello, ma di eliminare il rischio di eventuali truffe o comportamenti opachi da parte dell'operatore cui si è affidato il proprio capitale.

IQ OPTION opinioni 

Tra le piattaforme che si sono affermate nel corso degli ultimi tempi, un posto di rilievo spetta IQ Option, broker russo che a partire dal 2014 ha valicato i confini nazionali segnalandosi per una serie di caratteristiche di grande rilievo. Dopo aver ottenuto le autorizzazioni da parte di CySEC, l'autorità che regola il mercato cipriota, FCA (Regno Unito), Consob (Italia), BaFIN (Germania), CNMV (Spagna), AMF (Olanda) e REGAFI, IQ Option ha fatto letteralmente incetta di premi, tra i quali il Fastest Growing Binary Options Brand per l'Europa, da parte di Global Brands Magazine, quello per la piattaforma di trading binario più innovativa e per la migliore di trading mobile, da International Finance Magazine e per la miglior piattaforma di trading binario a livello continentale, da Global Banking & Finance Review.
Non resta quindi che andare a vedere i motivi che hanno consentito al broker di ricevere tutti questi attestati.

Come investire in borsa - guida per principianti

Conviene investire in borsa, oggi come oggi? Fino a qualche anno or sono investire in borsa era un'attività a cui si potevano dedicare soltanto poche persone nel mondo: tale restrizione dipendeva dalla difficoltà di fruire di sistemi di scambio dei titoli aggiornati in tempo reale ed alla portata di tutti. Per tale motivo gli investimenti in borsa erano alla portata dei soli broker, delle banche e degli intermediari specializzati.
Oggi è dunque possibile investire in borsa, ma non solo, è possibilmente farlo ottenendo risultati di tutto rispetto. Con la borsa è infatti possibile guadagnare soldi veri, in modo onesto e relativamente sicuro.
Date le difficoltà che oggi si riscontrano nel mondo del lavoro così come tradizionalmente lo si intende, molte persone hanno fatto degli investimenti in borsa, un'attività a tempo pieno a cui dedicare buona parte della propria giornata lavorativa.
Grazie alle tante piattaforme online si può infatti iniziare questa attività standosene comodamente seduti sul divano di casa. Ciò che occorre è semplicemente conoscere le regole di questo mondo, vale a dire quei meccanismi che regolano i mercati e che possono effettivamente migliorare le performance dei propri investimenti finanziari.

Investire in oro: investimento sicuro e redditizio nel lungo periodo

Investire in oro, sembra che sia delle migliore scelte per piccoli investitori che vogliono un investimento sicuro e redditizio nel lungo periodo .
Investire in oro in questi ultimi anni, sta diventando un investimento sicuro e redditizio nel lungo periodo.

I motivi sono diversi, ma fondamentalmente ce n'è uno: l'oro è un bene rifugio o meglio: l'oro è l'investimento rifugio per eccellenza, la commodity dove 'cambiare' i Nostri soldi in solide realtà, come diceva una vecchia pubblicità.

L'oro è buono in tutte le occasioni ed in tutte le salse, anche fisicamente l'oro dopo secoli non si rovina, avere un lingotto d'oro con la purezza di 24 carati ( 999/1000) oggi, significa poterlo lasciare in eredità ai Nostri figli e nipoti ed avere la sicurezza che tra qualche decina di anni, ancora sarà lì tutto intero, pronto per essere venduto nel giro di 24 ore.

Perchè investire in oro?

CHI SIAMO - Privacy Cookies di Forex Broker Italia

In questa pagina sono descritte le condizioni d'uso del sito e l'informativa estesa su privacy e cookie del sito web FOREX BROKER ITALIA www.forex-broker-italia.com
CHI SIAMO
:
Per qualsiasi chiarimento o per maggiori informazioni potete scrivere alla redazione di Forex Broker Italiaindirizzo email : geminilion@gmail.com

Cookie Law
In ottemperanza al provvedimento dell'8 maggio 2014 del Garante della Privacy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 giugno 2014 ed in vigore dal 2 giugno 2015, http://www.forex-broker-italia.com/ pubblica la seguente "informativa estesa" su cookie e privacy, raggiungibile da ogni pagina del sito tramite apposito link e anche dal banner che compare al primo accesso dei visitatori, banner contenente la "informativa breve".

Che cosa sono i cookie?
I cookie sono dei file di testo che i siti visitati inviano al browser dell'utente e che vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi al sito alla visita successiva.

A cosa servono i cookie?
I cookie possono essere usati per monitorare le sessioni, per autenticare un utente in modo che possa accedere a un sito senza digitare ogni volta nome e password e per memorizzare le sue preferenze.

Cosa sono i cookie tecnici?
I cookie cosiddetti tecnici servono per la navigazione e per facilitare l'accesso e la fruizione del sito da parte dell'utente. I cookie tecnici sono essenziali per esempio per accedere a Google o a Facebook senza doversi loggare a tutte le sessioni. Lo sono anche in operazioni molto delicate quali quelle della home banking o del pagamento tramite carta di credito o per mezzo di altri sistemi.

I cookie Analytics sono cookie tecnici? 
In altri termini i cookie che vengono inseriti nel browser e ritrasmessi mediante Google Analytics o tramite il servizio Statistiche di Blogger o similari sono cookie tecnici?. Il Garante ha affermato che questi cookie possono essere ritenuti tecnici solo se "utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici."

Che cosa sono i cookie di profilazione?
Sono cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente per creare profili sui suoi gusti, sulle sue preferenze, sui suoi interessi e anche sulle sue ricerche. Vi sarà certamente capitato di vedere dei banner pubblicitari relativi a un prodotto che poco prima avete cercato su internet. La ragione sta proprio nella profilazione dei vostri interessi e i server indirizzati opportunamente dai cookie vi hanno mostrato gli annunci ritenuti più pertinenti.

È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?
Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun consenso mentre i cookie di profilazione possono essere installati nel terminale dell'utente solo dopo che quest'ultimo abbia dato il consenso e dopo essere stato informato in modo semplificato.

In che modo gli webmaster possono richiedere il consenso?
Il Garante per la Privacy ha stabilito che  nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner contenente una informativa breve, la richiesta del consenso e un link per l'informativa più estesa come quella visibile in questa pagina su che cosa siano i cookie di profilazione e sull'uso che ne viene fatto nel sito in oggetto.

In che modo deve essere realizzato il banner?
Il banner deve essere concepito da nascondere una parte del contenuto della pagina e specificare che il sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti. Il banner deve poter essere eliminato solo con una azione attiva da parte dell'utente come potrebbe essere un click.

Che indicazioni deve contenere il banner? 
Il banner deve contenere l'informativa breve, il link alla informativa estesa e il bottone per dare il consenso all'utilizzo dei cookie di profilazione.

Come tenere documentazione del consenso all'uso dei cookie?
È consentito che venga usato un cookie tecnico che tenga conto del consenso dell'utente in modo che questi non abbia a dover nuovamente esprimere il consenso in una visita successiva al sito.

Il consenso all'uso dei cookie si può avere solo con il banner?
No. Si possono usare altri sistemi purché il sistema individuato abbia gli stessi requisiti. L'uso del banner non è necessario per i siti che utilizzano solo cookie tecnici.

Che cosa si deve inserire nella pagina informativa più estesa?
Si devono illustrare le caratteristiche dei cookie installati anche da terze parti. Si devono altresì indicare all'utente le modalità con cui navigare nel sito senza che vengano tracciate le sue preferenze con la possibilità di navigazione in incognito e con la cancellazione di singoli cookie.

Chi è tenuto a informare il Garante che usa cookie di profilazione?
Il titolare del sito ha tale onere. Se nel suo sito utilizza solo cookie di profilazione di terze parti non occorre che informi il Garante ma è tenuto a indicare quali siano questi cookie di terze parti e a indicare i link alle informative in merito.

Quando entrerà in vigore questa normativa?
Il Garante ha dato un anno di tempo per mettersi in regola e la scadenza è il 2 Giugno 2015.

Come funzionano e come si eliminano i cookie: le modalità di funzionamento nonché le opzioni per limitare o bloccare i cookie, possono essere effettuate modificando le impostazioni del proprio browser Internet. È possibile inoltre visitare il sito, in lingua inglese, www.aboutcookies.org per informazioni su come poter gestire/eliminare i cookie in base al tipo di browser utilizzato.

Cosa sono le opzioni binarie

Cosa sono le opzioni binarie

Ultime arrivate nel panorama del trading online, le opzioni binarie stanno riscuotendo apprezzamento crescente grazie alla loro immediatezza di utilizzo e di comprensione.

Tuttavia, non tutti sono a conoscenza delle caratteristiche di questo strumento finanziario: come funzionano?
Sono veramente redditizie?
E quali guadagni si possono realizzare?
Vediamo qui di seguito le caratteristiche salienti delle opzioni binarie.

Cosa sono le Opzioni binarie: come funzionano

Chi ha familiarità con il trading online conosce generalmente gli strumenti classici del Forex e dei CFD, con i quali si tenta di ottenere dei profitti attraverso la compra-vendita di valute monetarie o asset quali azioni, indici o materie prime.
In questi casi, il guadagno deriva dalla differenza della quotazione degli asset: se ad esempio si acquista un bene ad un valore basso e poi lo si rivende ad un valore superiore (la cosiddetta "long position") si sarà ottenuto un profitto. Con le opzioni binarie il meccanismo è differente, in quanto il trader dovrà effettuare semplicemente una previsione circa l'andamento di un prezzo di un determinato bene quotato nei mercati.
Questo potrà essere un titolo, un indice, una commodity o un cross valutario. Se alla scadenza specificata il pronostico si rivelerà corretto, si avrà diritto ad incassare un guadagno, che sarà definito in base ad una percentuale sull'importo effettuato, mentre in caso di esito negativo si perderà la somma investita.

Come funziona e cos'è il Forex

Come funziona e cos'è il Forex

Forex : come funziona? E' la domanda più frequente che si pongono gli italiani che intendono individuare nuove soluzioni di investimento. 

Il Forex Trading presenta dei vantaggi ed espone a rischi di mercato. Investire nel mercato valutario non è poi così complesso ma è bene sapere cos'è il Forex prima di iniziare le negoziazioni. Guadagnare speculando sulle coppie di divise è possibile a fronte della conoscenza delle regole teoriche e pratiche del del Forex trading online.

Il Forex: le origini

Il Foreign exchange market è noto come Forex (FX) ed ingloba gli scambi effettuati da banche, istituti centrali nazionali, speculatori, società ed istituzioni. I trader retail occupano una minima quota del mercato delle valute. Essi accedono mediante intermediari siano essi broker o banche.

L'anno di nascita del Forex è il 1971 quando i tassi di cambio iniziarono a fluttuare. Prima di questa data era in vigore il Bretton Woods Agreement che rendeva impossibile la speculazione degli investitori. Era cioè in vigore un tasso di cambio tra tutte le valute ed il dollaro e un tasso di cambio tra la moneta statunitense e l'oro a 35 dollari per oncia. Era in vigore cioè il gold exchange standard dove l'oro era alla base di ciascuna valuta. Dopo la seconda guerra mondiale ad integrare il sistema aureo intervenne il Bretton Woods Agreement per impedire alle Nazioni di svalutare la propria divisa oltre il 10%. Dal 1971 il dollaro statunitense non si convertì in oro e 2 anni più tardi le monete nazionali furono libere di fluttuare.

Investire soldi in opere pubbliche

Investire soldi oggi: per opere pubbliche si intendono quei manufatti, realizzati (di norma su aree acquisite mediante procedimento espropriativo) a spese della collettività da enti territoriali quali Stato, Regione, Provincia o Comune, per essere fruiti indistintamente dai cittadini, e cioè destinate al conseguimento di un pubblico interesse.
Si definiscono, dunque, pubblici i lavori che comprendono attività di ristrutturazione, costruzione o manutenzione che sono realizzati solo ed esclusivamente tramite contratti d’appalto. Vista la complessità e la vastità della materia, si era reso necessario già nel 1994, provvedere alla creazione di una normativa dei lavori pubblici che comprendesse tutti gli aspetti inerenti al tema.
In attuazione dell’art. 97 della Carta Costituzionale Italiana per garantire l’ordine in materia di Pubblica Amministrazione, fu varata la Legge Merloni, così detta in virtù dell’ideatore Francesco Merloni che, all’epoca, ricopriva la carica di Ministro dei Lavori Pubblici nel Governo Ciampi. Questa legge ebbe il merito di prevedere forme di pubblicità e modalità di comunicazione ai terzi nell’ambito della materia degli appalti pubblici.
Negli anni Novanta è stata rivisitata tre volte, nel 1994, nel 1995 e nel 1998 ponendo l’accento sulla vigilanza e sul controllo, istituendo organi nuovi quali l’autorità di vigilanza, l’osservatorio dei lavori pubblici e il servizio di ispettorato tecnico. Inoltre venivano limitati i soggetti che potevano rientrare nelle gare, ovvero era previsto dovessere essere imprenditori iscritti all’albo nazionale dei costruttori. La durata della concessione non poteva eccedere i trent’anni.

Guadagnare soldi con Get My Ads è possibile oppure è una truffa / scam?

Get My Ads è uno degli ultimi "sistemi per guadagnare soldi" ma funziona? E' vero che investendo soldi poi possono guadagnare, magari crearmi una rendita con questo sistema chiamato Get My Ads?

Innanzitutto bisogna avere chiaro un concetto: non esistono metodi sicuri facili e veloci per fare soldi, nè nella vita reale, nè su internet e Get My Ads non si discosta da questa regola che vale per tutti.

Le pubblicità di Get My Ads stanno riempendo siti internet e Facebook, si presenta come un metodo alternativo ed infallibile per fare soldi o meglio: per addirittura crearsi un reddito fisso.


Come fare soldi sicuri su internet in modo legale e semplice:

Che non esistano sistemi sicuri per fare soldi lo dimostra il fatto che esistono persone povere, se ci fossero dei metodi così semplici, tutti saremo ricchi, felici e contenti, invece molto spesso bisogna accontentarsi di essere felici e contenti, di ricchi in giro ce ne sono, ma sono solo una piccola parte della popolazione.